19 Giugno 2024

-Compravendita e locazione di immobili residenziali
-Vendita di terreni edificabili residenziali
-Valutazioni gratuite del Vostro immobile

Cappotto termico esterno

isolamento abitazioni residenziali, case green Cappotto termico
Cappotto Termico Esterno
In Italia, la tecnica del cappotto termico si è diffusa prevalentemente nell’ultimo ventennio (a fronte di Stati del Nord Europa, dove questa tecnica viene utilizzata sin dagli anni ‘70).
Consiste nell’installare in “maniera meccanica” dei pannelli di materiale isolante nella parte esterna dell’edificio. Vi è mai capitato di leggere un’Attestato di Prestazione Energetica? E’ quell’intervento che il Tecnico CENED, definisce “Isolamento termico delle superfici opache verticali”.
Si possono usare diversi materiali, quali pannelli in XPS (di solito usati per le zoccolature) con sovrastanti pannelli in EPS (oppure EPS grafite), pannelli in sughero oppure in fibra di legno.
I pannelli hanno diversi spessori (di solito, i più utilizzati variano tra i 10 e i 15 cm) e la scelta degli stessi è influenzata dalla zona climatica ove è posto l’immobile oggetto di intervento.
Aspetto fondamentale è la posa del cappotto termico, che deve essere particolarmente oculata, soprattutto in punti vulnerabili (ed esempio i contorni dei punti luce), per evitare che si generino fastidiosi ponti termici.
Un uso corretto del cappotto termico (in quanto non deve essere visto come la panacea per tutti i mali..), installato dopo un’accurata indagine sulla stratigrafia del muro, l’analisi degli infissi e dell’isolamento delle superfici opache orizzontali, può contribuire a rendere il Vs. immobile più caldo durante l’inverno e confortevole d’estate.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
(Testo completo) obbligatorio
generic image refresh

cookie